venerdì 18 novembre 2011

Mi porterai per mano

Il_Viaggio_nel_tempo

Sarà ferro o piuma, aria o fuoco

non so dirtelo adesso, io so

che lo vedrò svanire

come un cipresso annegato

nella nebbia,

quel giorno, ne piangerò

gli istanti goccia a goccia.

clessidra

Vedrai sbiancarsi le ultime rughe

e il silenzio velare le parole

in un sussurro di velluto,

la clessidra saprà stillare

il tempo suo liquore

a gocce di poesia

dentro l’ultimo calice.


Mi porterai per mano

come un bambino al mare,

sabbia che scorre, conchiglie

sull’iride del sole addormentato

nelle mani del persempre,

la carezza che sempre

ci accompagna.

(A Teresa, che per 16 anni ha accompagnato la mia pazzia)

Paolo, 18 Novembre 2011

2 commenti:

  1. Questa poesia è straordinaria, va dritta dritta sottopelle! Complimenti.

    RispondiElimina

Condividi